Relazioni al tempo del COVID

Continuare a creare relazioni anche al tempo del Covid

Ci eravamo appena abituati che è arrivato il Covid a cambiare le nostre relazioni.

  • 1969 Internet
  • 1971 le e-mail
  • 1992 il primo SMS
  • 2002 Linkedin
  • 2004 Facebook
  • 2007 il primo iPhone
  • 2009 WhatsApp
  • 2010 Instagram
  • 2013 Telegram

Ed è così che nel 2020 il fax è praticamente. sparito sostituito dall’e-mail.

Whatsapp e i suoi messaggi vocali hanno sostituito gli SMS.

Le video conference iniziavano a prendere piede.

E poi il COVID! La zona Rossa, il lock down.

Come il COVID ha cambiato le nostre relazioni

Penso che se provaste a domandare a 10 persone cosa è mancato di più nel periodo di COVID, probabilmente la maggior parte delle persone ti risponderebbe “le relazioni”.

Di colpo quello che era un’utile alternativa è diventata la pratica necessaria a volte indispensabile per mantenere le proprie relazioni.

  • riunirsi on line
  • i webinar
  • le video chiamate per condividere un compleanno o un aperitivo.

Ancora adesso tra giallo, arancione e rosso ormai sta diventando un’abitudine di Business incontrarsi on line.

Questo a tanti continua a non piacere

Certo ci sono degli aspetti positivi che riconoscono in tanti. In tanti hanno smesso di fare le palline impazzite nel sali e scendi degli aerei e nel traffico delle grandi città.

Eppure in tanti continuano a ripeterci: “on line non è la stessa cosa”.

Certo on line non è la stessa cosa: siamo on line!

E quell’essere on line, in tempo di COVID è diventato il presupposto per pensare che non sia possibile utilizzare le proprie abilità nel creare relazioni.

La necessità di creare relazioni non cambia.

“Nel business – e nel personale – si distingue chi è capace di instaurare o mantenere le relazioni ed è in grado di creare rete. I leader sono tali quando riescono a trasferire e a raccogliere le informazioni dai loro collaboratori. Nella marketing si distingue chi è in grado di comunicare efficacemente in modo digital. I formatori a qualsiasi livello devono essere consapevoli dei cambiamenti nelle strategie di apprendimento ed essere in grado di individuarle più velocemente possibile Una cosa resta immutata: come comunichi è il tuo biglietto da visita!!”

Questo valeva nel 2018 e vale ancora. Farlo on line è più complicato?

Le regole per creare relazioni non cambiano neanche con il COVID

Alla base del rapport, c’è l’abilità di osservare gli stili di comportamento del nostro interlocutore e di conseguenza ricalcarlo.

Il comunicare ON line impedisce questo processo?

“Non riesco a vedere tutto il corpo” e allora ho qualche domanda da farti.

La prima: mi stai dicendo che quando incontravi i tuoi clienti, collaboratori, fornitori facevi eliminare sempre il tavolo in modo tale che le loro gambe non si potessero nascondere sotto il tavolo?

La seconda, che mi sorge spontanea: ma almeno la parte visibile continui ad osservarla?

Mi ami o mi odi?

Non so se dopo aver letto le due domande fai parte di quelle persone che mi amano o mi odiano.

Che tu faccia parte dei primi o che tu faccia parte dei secondi, voglio comunque dirti la stessa cosa: la differenza resta quanto hai voglia di scoprire cosa ha da comunicare la persona che hai davanti.

Non lasciare che il modo di incontrare una persona diventi il tuo alibi. Incontra la parte di persona che puoi vedere, sarà già un buon punto di partenza!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: