Imprenditore che performa

Vuoi essere un imprenditore che performa? Questione di come pensi!

La capacità dell’imprenditore di performare determina buona parte dei risultati che ottiene un’azienda.

Ti occupi direttamente delle scelte strategiche e hai scelto di guidare la tua azienda? Allora di per certo la tua capacità di performare ha un grande peso sui risultati aziendali. Ancora prima, è il tuo modo di pensare influenza il prodotto del vostro lavoro.

Le due cose sono strettamente collegate a tal punto da creare un circolo. Allora farlo diventare un circolo virtuoso sarebbe ancora più utile.

IN QUALITA’ DI IMPRENDITORE, LA TUA PERFORMANCE E’ FATTA DA UN INSIEME DI CAPACITA’ CHE FANNO DI TE UNA GUIDA COMPETENTE ED EFFICACE.

Da una parte sicuramente è bene avere la conoscenza del business.

Dall’altra però ci sono degli ambiti come la tua, per esempio, capacità di

  • vedere le opportunità
  • risolvere i problemi
  • trovare nuove soluzioni
  • gestire le relazioni

Se però pensi ad un grande imprenditore sicuramente potrebbe venirti in mente il suo essere VISIONARIO, la sua capacità di PENSARE FUORI DAGLI SCHEMI .

E se ti dicessi che sia le abilità che abbiamo elencato sia il fatto di riuscire a pensare fuori dagli schemi, alla base hanno uno stesso meccanismo?

CONOSCI IL MECCANISMO CHE REGOLA IL TUO PENSIERO PER ESSERE UN IMPRENDITORE PIU’ PERFORMANTE?

Credo di non doverti dare ulteriori spiegazioni se ti dico che puoi pensare solo ad un qualcosa di cui hai già fatto esperienza.

Anche qualora tu stia immaginando qualcosa di nuovo, in realtà stai costruendo un qualcosa sulla base di quello che già conosci.

Quindi

  • il meccanismo inizia col come facciamo esperienza della realtà.
  • lo stesso meccanismo si compie con un’azione frutto di questo processo.

A questo punto è abbastanza plausibile pensare che un’azione possa essere influenzata da come fai esperienza della realtà e, di conseguenza, che possa essere più o meno efficace anche a seconda del processo che c’è tra questo momento e quando agisci.

Allora ecco quello che devi considerare:

1 – PER QUANTO TU POSSA SFORZARTI, LA TUA VISIONE DI QUELLO CHE STA SUCCEDENDO (della realtà) SARA’ SEMPRE PARZIALE.

Potresti non essere in grado di vedere, ascoltare tutto quello che sta accadendo. Potresti avere delle informazioni limitate.

In una qualsiasi valutazione potresti trascurare delle informazioni più o meno rilevanti per l’analisi che stai compiendo. Non per tua incapacità ma per impossibilità di analizzare per intero la situazione. Basti pensare ad un’analisi di mercato che necessariamente si basa su un campione e di conseguenza è per sua natura parziale.

Se, per esempio, pensi ad un colloquio con un’altra persona, non hai visibilità dei suoi reali pensieri, non conosci le sue intenzioni. Non conosci completamente la sua storia. E chissà quante altre cose non conosci.

2 – LA TUA VISIONE E’ CONDIZIONATA DALLE TUE ESPERIENZE PREGRESSE

Oltre ad avere una visione parziOltre ad avere una visione parziale, gli elementi che fanno parte del tuo bagagli pregresso la condizionano: la tua educazione, le tue opinioni, le tue ipotesi, le tue convinzioni, il tuo stato d’animo.

Quante volte anche solo i tuoi pensieri, la tua preoccupazione, ti ha fatto interpretare in malo modo quello che ti stava dicendo un’altra persona?

3 – SULLA BASE DI QUELLO CHE TI E’ NOTO E IN BASE A COME LO CONDIZIONI CON LE TUE ESPERIENZE PREGRESSE, FORMI LE TUE OPINIONI

Le tue opinioni non sono altro che la tua lettura parziale e condizionata della realtà.

Sono il frutto di come percepisci la realtà e di come le tue “esperienze” influenzano questa percezione.

Puoi ora dire che la tua opinione sia giusta o sbagliata?

4 – SULLA BASE DELLE TUE OPINIONI AGISCI, RISPONDI O REAGISCI

Allora ecco che, una volta che hai percepito la realtà, dopo averla “elaborata a modo tuo” e dopo aver costruito la tua opinione, in funzione di questo agisci in risposta o in reazione.

QUINDI?

Ci sono tanti altri aspetti che dovremmo approfondire.

Se vuoi che le tue azioni siano performanti allora, ora sai, quanto è importante presidiare sempre questo tuo processo interno.

Quindi ecco IL PRIMO PASSO IMPORTANTE per fare questo.

Quando la situazione ti va stretta chiediti:

  • Cosa sto tralasciando?
  • Cosa potrei, anche involontariamente, non vedere?

ATTENZIONE: non vuole dire cambiare necessariamente cambiare opinione! Potrebbe esserti utile anche solo per avere uno stato emotivo diverso nel gestire la situazione. A quel punto ancora una volta la tua azione potrebbe cambiare. Potresti “rispondere” anziché “reagire”!


Questo è solo una delle tantissime tecniche di PNL che possiamo applicare al tuo Business. Scopri le altre unendoti alla nostra community “Take Action Now”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: